Isola di Cefalonia,la Porto Cervo Greca

myrthos bay cefalonia

Cefalonia, isola rigogliosa della #Grecia, è la più grande delle isole Ionie. Quello che colpisce maggiormente sono i suoi colori: a Xi beach, la spiaggia è rossa e non di rado si trovano turisti intenti a spalmarsi l’argilla per farla seccare al sole, passeggiando nella morbida sabbia; a Myrtos beach,i ciottoli bianchi vengono catturati da onde turchesi; a Lassi invece, le spiagge sono gialle e il fondale, luogo ideale per la Posidonia, in certi punti si tinge di nero. Un altro punto dove i colori dominano il paesaggio è il Lago Melissani, tappa obbligatoria per chiunque decida di visitare Cefalonia. Il giro turistico dura poco, ma se si va verso mezzogiorno, quando il sole è alto nel cielo, la luce che si immerge nell’acqua regala uno spettacolo unico e imperdibile.

Non sono però solo i colori a rendere il paesaggio eterogeneo: ci sono alcune spiagge con ciottoli bianchi, altre di sabbia finissima, altre ancora ospitano addirittura ulivi direttamente sulla spiaggia, come a Foxi, punto particolarmente rigoglioso di Cefalonia. Attraversando l’isola, non è raro imbattersi in capre o pecore che attraversano la strada e sembra quasi di essere in un’altra epoca; poi però, arrivando in punti turistici come Fiskardo, il paese più a nord dell’isola, l’aria che si respira è quella di un luogo turistico; pieno di ristoranti e barche di lusso. Non a caso, alcuni lo definiscono come il Porto Cervo della Grecia.

Uno spettacolo imperdibile è sicuramente quello di poter vedere la tartaruga caretta caretta in natura. Verso le 10 di mattina, nella cittadina di Argostoli, non è raro vedere le tartarughe nei pressi delle barche dei pescatori, speranzose di potersi accaparrare qualche pesce succulento. Sono numerosi i volontari che si occupano della sopravvivenza di queste testuggini: dopo aver recintato la zona dove vengono deposte le uova, trascorrono l’intera notte aspettando che queste si schiudano per poi indirizzare le piccole tartarughe verso il mare con segnali luminosi. Spesso infatti, i piccoli, una volta usciti dal guscio, invece di seguire la luminosità della luna, si dirigono erroneamente verso i lampioni che illuminano le strade, rischiando così di morire sbagliando il tragitto.

Per concludere, Cefalonia merita senz’altro di essere vista. Può soddisfare ogni tipo di turista: da quello amante del relax e della quiete, a quello che preferisce l’avventura munito di zaino in spalla. Ci sono sia piccole calette che spiagge lunghe, e i ristoranti dove è possibile gustare la tipica cucina greca non mancano in nessuna parte dell’isola. Numerose sono anche le attività acquatiche che si possono praticare e dopo una breve lezione collettiva, ad Agia Efimia si possono affittare piccole barche per un’intera giornata. Con la barchetta è possibile visitare spiagge altrimenti irraggiungibili e praticare snorkeling in zone poco frequentate.

 

Be the first to comment

Rispondi