The great Blue Hole, Belize 

 

Al largo dello stato sudamericano del Belize, c’è un buco nell’oceano atlantico, considerato una stranezza della Natura.

Può un mare cristallino, tra i più belli al Mondo, avere una voragine al suo interno? Certo, succede in Belize, nel suggestivo Mar dei Caraibi, luogo incantevole, dove, almeno una volta nella vita abbiamo sognato di fuggire e mollare tutto.

Qui infatti si trova il Great Blue Hole, unagigantesca voragine di forma quasi perfettamente circolare, avente 300 metri di diametro e 125 metri di profondità. Trattasi di un’incredibile grotta verticale sottomarina, che rientra nel Belize Barrier Reef Reserve System e di diritto nelPatrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Il nome, tradotto letteralmente in “enorme buco blu”, descrive bene questo fenomeno della Natura. Esso infatti rimanda al repentino cambio di colore dell’acqua che, in corrispondenza dei suoi bordi, assume un colore blu profondo, dettato dal contrasto con la sabbia circostante, molto bianca per via della presenza di carbonato di calcio.

Ma come è stata possibile la sua formazione? Nel corso di diversi episodi di glaciazione, quando il livello del mare era molto più basso sembra che il great hole si sia via via creato, tra i 153mila e i 15mila anni fa; insomma, non proprio l’altro ieri…

Poi, quando il livello dell’acqua ha ricominciato a salire, la grotta si è allagata.

Non c’è bisogno di accontentarsi delle foto stupende viste dall’alto ma  è possibile goderselo da vicino, perché la temperatura media dell’acqua raggiunge i 24° e con il clima caldo, il diving è praticabile tutto l’anno, indipendentemente dalla stagione delle piogge, che si ha nell’arco dei mesi estivi giugno-agosto. E’ possibile effettuare immersioni sia di giorno che di notte. Meglio comunque non fare i “turisti fai-da-te” e affidarsi a qualche compagnia specializzata.

Be the first to comment

Rispondi